Acquisto Prodotti      Contatti      Area Clienti      English Site
image
 
Home
     
Acquisto Prodotti Tipici      Enogastronomia      Agriturismo      Itinerari Turistici      Grumentum  
 
           
  Enogastronomia
     
Caciocavallo Podolico
 
 
»  Vino Medioevale
»  Fagioli di Sarconi
»  Peperoni cruschi
»  Canestrato di Moliterno
»  Caciocavallo Podolico
»  Salumi tipici Lucani
»  Ricette Parco Verde
 
Matera2019
 
Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca
Stampa
 
Agriturismo Parco Verde
Contrada Spineta, 50
85050 Grumento Nova (PZ)
Basilicata - Italy
 
Tel. +39 333 5724074
>> Email
 
   

Caciocavallo podolico

ll Caciocavallo Podolico è un formaggio particolarmente pregiato che si produce con il latte di una razza bovina specifica, la Podolica, ancora presente sull’Appennino meridionale.

Un tempo era la razza dominante nel nostro Paese mentre oggi si è ridotta a circa 25.000 esemplari. Le ragioni principali sono due: produce poco latte (anche se di straordinaria qualità) e, per la sua caratteristica rusticità, deve essere allevata allo stato brado o semibrado, mal prestandosi a uno sfruttamento intensivo.

La Podolica è una razza bovina che va assolutamente salvaguardata, perché è un presidio naturale del territorio e perché i formaggi che si ricavano dal suo latte sono eccellenti.
image
 

La Festa della Transumanza

Arriva di mattina sulle fresche alture del Monte Raparello, dopo un giorno di viaggio e una notte di riposo lungo le sponde del fiume Agri, la numerosissima mandria accompagnata da allevatori e cavalieri. Circa 700 podoliche, guidate da una trentina di uomini a cavallo, organizzati e coordinati dall’associazione La collina del cavallo di San Chirico Raparo.

Hanno attraversato buona parte della valle dell’Agri per spostarsi da contrada Piano San Vito in comune di Sant’Arcangelo, dove ha sede l’azienda agricola Palazzo, per giungere di sera al grande recinto presso San Martino d’Agri, per poi riprendere il cammino stamani di buon ora fino a località Raparello, dove l’arrivo è previsto intorno alle dieci. Per la prima volta hanno preso parte alla transumanza anche una diecina di escursionisti le cui testimonianze riportano il suggestivo spettacolo della mandria in cammino attraverso i guadi, accompagnata dal volteggiare di nibbi reali e bruni. La giornata torrida ha raddoppiato il lavoro degli allevatori che, tra le altre cose, hanno fatto la spola per soddisfare l’incessante bisogno di acqua potabile.
image
 
Il tutto lungo un percorso di trenta km per ripercorrere le strade della tradizione e trasformare la normale attività pastorizia in una festa vera e propria. La Festa della Transumanza nel Parco dell’Appennino Lucano. Non è solo un modo per rivivere antichi gesti divenuti rituali nella cultura del nostro popolo, ma anche l’occasione per poter trascorrere una domenica assaporando uno stile di vita carico di valori e di significati. Il contatto con la natura e con le sue ricchezze è assicurato nel corso della manifestazione odierna dalla possibilità offerta ai partecipanti, grazie alla cooperativa Ripenia, di effettuare escursioni guidate, trekking e passeggiate a cavallo, in modo da poter ammirare gli splendidi paesaggi del parco dell’Appennino Lucano che si offrono alla vista dagli oltre mille e 200 metri di altitudine della località.
 
 
         
  © agriturismoparcoverde.it    
Contatti    Acquisto Prodotti Tipici    Area Clienti    Privacy Credits: basilicatanet.com